Yoga e dolore

Yoga e dolore

Messaggioda Nashira67 » 02/04/2014, 18:56

Salve a tutti, sono "quasi" nuova del forum, nel senso che leggo spesso ma quasi mai ho scritto : RedFace :
Sono affetta da una forma di artrite reumatoide da 18 anni, in una forma direi di media entità. Mai assunto biologici, mi sono curata con metotrexate, ciclosporina, plaquenil, attualmente 4 mg medrol e voltaren al bisogno, convivendo a tratti con il dolore e le limitazioni che la malattia comporta.
Sono insegnante di Yoga da 24 anni, e nonostante tutti questi anni di malattia, ho sempre insegnato questa disciplina, pur accettando il fatto che con il progredire della malattia non riesco più a fare alcune delle cose che facevo prima.
Ma vengo al punto: credo davvero che per noi così tanto affetti da rigidità e dolore, la possibilità di rilassare, allungare, sciogliere il nostro corpo, sia di fondamentale importanza. Probabilmente non diverremo atleti, nè danzatori, nè circensi, ma sicuramente la possibilità di garantire al nostro corpo un movimento equilibrato e che sciolga il più possibile le articolazioni e le fasce muscolari è di fondamentale importanza.
E' importantissimo l'approccio dell'insegnante. Assolutamente vietate forme troppo pesanti di yoga come l'ashtanga. Ogni insegnante propone un livello x di intensità, pertanto va effettuata una lezione di prova per testare su di sè gli effetti della lezione e di quell'insegnante. Ci sono forme di Yoga più dolci, che sono indicate, ma tutto dipende dall'insegnante, dalla sua esperienza e sensibilità. Se la lezione di prova è andata abbastanza bene si può tentare di parlare a parte con l'insegnante del proprio problema, e chiedergli di proporci posizioni adattate ad hoc e più soft nel corso della lezione di gruppo. Non è poi così necessario, a mio avviso, un personal trainer yoga, anzi forse lo sconsiglierei, perchè rinforzerebbe la tendenza a sentirci diversi e più deboli degli altri, oltre a farci perdere gli effetti positivi di stare in un gruppo. Non preoccupiamoci di confrontarci agli altri in quanto lo Yoga è non competitivo.
Da ultimo, l'effetto antidepressivo e calmante è assicurato!
: Love :
Nashira67
 
Messaggi: 13
Iscritto il: 26/03/2014, 18:34

Re: Yoga e dolore

Messaggioda claudimora » 04/05/2014, 18:28

Lo sai che mi stanno venendo le lacrimucce? è così importante per me ciò che dici, ma tantissimo! perchè mi ridai la speranza. Il fatto che per te sia possibile fare Yoga nonostante la malattia e i dolori, che anzi, che funzioni positivamente, mi dà la speranza che anche io possa riprendere, perchè mi piaceva tanto e mi faceva sentire veramente bene, come dici tu, a tutti i livelli. : Love :
Dal 2000 dolori articolazione temporo-mandibolare, bruxismo, byte notturno, continue cure ai denti; 2006: vescica iperattiva; 2009: inizio dolore alle mani, formicolii e prurito da 5 anni; 2010: rizoartrosi iniziale; 2012-2013: dolore alle sacroiliache, con RX normale + dolori ai gomiti, caviglie, ginocchia, schiena dalle lombari in giù. Usata solo Tachipirina.
Sereupin 10mg dal 1988 per attacchi di panico.
A metà gennaio 2014 esplosi i dolori a tutte le articolazioni. Polsi e sacroiliache a fuoco.
11/02/2014 - prima visita dal reum con reumatest negativo. Risultati esami ematochimici: tutti sieronegativi e valori nella norma. Risultati indagini strumentali: Spondilodiscite L5-S1 (edema osseo), Spondilite angolare, Sacroileite bilaterale,Spina calcaneare, Periartrite cronica spalla sx; altre indagini: Osteopenia, Iposecrezione lacrimale, Onicopatia sospetta alluci.
04/03/2014: DIAGNOSI - Spondiloentesoartrite psoriasica sieronegativa
21/03/2014 INIZIATA CURA: farmaco di fondo Methotrexate - iniziato a 10 mg che gradualmente, nel giro di 3 mesi, ha migliorato i dolori fino ai primi di settembre, assunto insieme a FANS e cortisone.
04/06/2014: inizio serie di 3 infiltrazioni di cortisone alla spalla sx ogni 15 gg
19/09/2014: dolori terribili alle mani, difficilissimo lavorare anche al PC. Aumento dei dolori alle anche, al sacro, ai gomiti, alle caviglie. Inviate foto delle mani distorte al reum, che mi ha detto di aumentare il cortisone a 8 mg.
Fino al 05/12/14 Reumaflex 15mg, Folina, Clody 200mg, Dibase, Pantorc 40mg, Medrol 4mg, Voltaren R 100 mg, Polase, Lacrime artificiali. Visto il ritorno dei dolori, ho chiesto al reum di passare ai farmaci biologici, ma mi ha detto che devo rivolgermi a un centro reumatologico.
Dal 06/12/14 sospeso il Reumaflex, perchè tornata l'influenza e poi ormai piena di dolori. Poi preso appuntamento per il 29/04/15, con il centro reumatologico del San Camillo, sperando di poter passare ai biologici; fatte le analisi e le indagini per la somministrazione. Iniziato nel frattempo ad assumere un minerale naturale che si chiama zeolite, a scopo disintossicante. Pian piano sono incredibilmente migliorata, perciò da febbraio ho scalato e poi sospeso anche voltaren e cortisone. Ora continuo così, non so che succederà domani, ma spero di arrivare sempre così alla visita del 29/04/15 per fare il punto al centro reumatologico.
Avatar utente
claudimora
 
Messaggi: 206
Iscritto il: 22/02/2014, 20:26

Re: Yoga e dolore

Messaggioda lorichi » 03/07/2014, 8:53

CIAO RAGAZZE, LO YOGA NON E' AFFATTO CONTROINDICATO PER LE ARTRITI, ANZI...............TUTTO CIO' CHE SERVE A TENERE MOBILI LE ARTICOLAZIONI SENZA TRAUMA E' ASSOLUTAMENTE POSITIVO...................NATURALMENTE BISOGNA RIVOLGERSI A PROFESSIONISTI SERI.
Immagine

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
In ottemperanza alle Linee guida in tema di trattamento di dati personali per finalità di pubblicazione e diffusione nei siti web esclusivamente dedicati alla salute - 25 gennaio 2012
(Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 42 del 20 febbraio 2012)

AVVERTENZE DI RISCHIO:

• SI AVVERTONO gli utenti di valutare con la necessaria attenzione l'opportunità, nei propri interventi, di inserire, o meno, dati personali (compreso l'indirizzo e-mail), che possano rivelarne, anche indirettamente, l'identità (si pensi, ad esempio, al caso in cui in cui l'utente, nel testimoniare la propria esperienza o descrivere il proprio stato di salute, inserisca riferimenti a luoghi, persone, circostanze e contesti che consentano anche indirettamente di risalire alla sua identità);
• SI AVVERTONO gli utenti di valutare l'opportunità di pubblicare, o meno, foto o video che consentano di identificare o rendere identificabili persone e luoghi;
• SI AVVERTONO gli utente di prestare particolare attenzione alla possibilità di inserire, nei propri interventi (postati nei diversi spazi dedicati alla salute), dati che possano rivelare, anche indirettamente, l'identità di terzi, quali, ad esempio, altre persone accomunate all'autore del post dalla medesima patologia, esperienza umana o percorso medico;
• l'ambito di conoscibilità dei dati propri o altrui, immessi dall'utente nel proprio profilo personale, sono consultabili soltanto dagli iscritti al sito, tutto ciò che è scritto nei forums è invece consultabile da qualsiasi utente che acceda al sito stesso e tali dati pubblici sono reperibili mediante motore di ricerca interno
• i dati immessi dagli utenti nei forums sono indicizzabili e reperibili anche dai motori di ricerca generalisti (Google, Yahoo etc.);
• gli unici dati sensibili trattati sono gli indirizzi di posta elettronica indicati all'atto della propria iscrizione, gli amministratori del forum sono responsabili del loro trattamento viewtopic.php?f=103&t=291

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Nonnalory
Una cosa alla volta un giorno dopo l'altro
Sono nata cieca. A volte sono triste, ma poi penso ai ragazzi meno fortunati di me, quelli che mi prendono in giro. A loro è andata peggio. Sono nati senza cuore.
Cecilia Camellini (Campionessa olimpica alle paralimpiadi 2012)
A noi la malattia ci fa un baffo!
http://anoilamalattiacifaunbaffo.blogspot.com/


Tutto inizia nel 1975 con lombosciatalgia bilaterale e curata come tale, senza alcun risultato, per 12 anni. Nel 1987 diagnosi di Sacroileite alla quale nel 2007 si è aggiunta una Pancolite (infiammazione cronica dell'intestino), da metà dicembre 2007 diagnosi di spondiloartrite (ogni tanto cambia il nome della malattia, quello definitivo pare essere enteroartrite) farmaci: balzide per l'intestino, azatioprina, e, al bisogno, cortisone e indometacina per l'artrite. Ad aprile 2010 intervento di artroprotesi 4° dito mano dx.
Da novembre 2014 problemi di calo linfociti con conseguente sospensione di azatioprina. Da meta' marzo 2015 iniziato metotrexate che pero' ho dovuto sospendere dopo due mesi per sopraggiunti effetti collaterali. Nel 2015 diagnosi di gastrite cronica sempre causata dai problemi autoimmuni. Da novembre 2016 ripreso azatioprina e si e' aggiunta la psoriasi. A conti fatti la diagnosi attuale sembra essere artrite psorisiaca con infiammazione intestinale e gastrite tutto riconducibile ad autoimmunita'


Amicizia è la capacità di dare senza chiedere nulla.E' la spalla su cui piangere, è una mano che stringe la tua e ti consola.E' anche la capacità di ascoltare i silenzi, grazie per aver ascoltato i miei
Avatar utente
lorichi
Amministratore
 
Messaggi: 11054
Iscritto il: 06/06/2009, 17:07
Località: ROMA

Re: Yoga e dolore

Messaggioda claudimora » 11/07/2014, 14:57

lorichi ha scritto:CIAO RAGAZZE, LO YOGA NON E' AFFATTO CONTROINDICATO PER LE ARTRITI, ANZI...............TUTTO CIO' CHE SERVE A TENERE MOBILI LE ARTICOLAZIONI SENZA TRAUMA E' ASSOLUTAMENTE POSITIVO...................NATURALMENTE BISOGNA RIVOLGERSI A PROFESSIONISTI SERI.


Bene, adesso che i dolori stanno migliorando, soprattutto grazie al meto, mi sto preparando per ricominciare a settembre yoga. La prossima settimana farò la prima seduta di osteopatia e a partire da quel momento ogni giorno un po' di esercizi. Speriamo! Grazie Lori per l'incoraggiamento generale. Già so a chi rivolgermi, la scuola di yoga che frequentavo l'anno scorso è molto seria e già c'erano delle persone che avevano problemi alle articolazioni. Per loro il maestro proponeva per ogni esercizio anche la forma light. Mi è tornato in mente da poco, lì per lì non ci avevo pensato, mi sembrava più che altro una forma di rispetto verso le persone che hanno problemi fisici particolari. L'anno scorso non avrei mai pensato di trovarmi con questa malattia. :O Tornerò anche io per fare gli esercizi light! ne sono felice, un abbraccio : Love :
Dal 2000 dolori articolazione temporo-mandibolare, bruxismo, byte notturno, continue cure ai denti; 2006: vescica iperattiva; 2009: inizio dolore alle mani, formicolii e prurito da 5 anni; 2010: rizoartrosi iniziale; 2012-2013: dolore alle sacroiliache, con RX normale + dolori ai gomiti, caviglie, ginocchia, schiena dalle lombari in giù. Usata solo Tachipirina.
Sereupin 10mg dal 1988 per attacchi di panico.
A metà gennaio 2014 esplosi i dolori a tutte le articolazioni. Polsi e sacroiliache a fuoco.
11/02/2014 - prima visita dal reum con reumatest negativo. Risultati esami ematochimici: tutti sieronegativi e valori nella norma. Risultati indagini strumentali: Spondilodiscite L5-S1 (edema osseo), Spondilite angolare, Sacroileite bilaterale,Spina calcaneare, Periartrite cronica spalla sx; altre indagini: Osteopenia, Iposecrezione lacrimale, Onicopatia sospetta alluci.
04/03/2014: DIAGNOSI - Spondiloentesoartrite psoriasica sieronegativa
21/03/2014 INIZIATA CURA: farmaco di fondo Methotrexate - iniziato a 10 mg che gradualmente, nel giro di 3 mesi, ha migliorato i dolori fino ai primi di settembre, assunto insieme a FANS e cortisone.
04/06/2014: inizio serie di 3 infiltrazioni di cortisone alla spalla sx ogni 15 gg
19/09/2014: dolori terribili alle mani, difficilissimo lavorare anche al PC. Aumento dei dolori alle anche, al sacro, ai gomiti, alle caviglie. Inviate foto delle mani distorte al reum, che mi ha detto di aumentare il cortisone a 8 mg.
Fino al 05/12/14 Reumaflex 15mg, Folina, Clody 200mg, Dibase, Pantorc 40mg, Medrol 4mg, Voltaren R 100 mg, Polase, Lacrime artificiali. Visto il ritorno dei dolori, ho chiesto al reum di passare ai farmaci biologici, ma mi ha detto che devo rivolgermi a un centro reumatologico.
Dal 06/12/14 sospeso il Reumaflex, perchè tornata l'influenza e poi ormai piena di dolori. Poi preso appuntamento per il 29/04/15, con il centro reumatologico del San Camillo, sperando di poter passare ai biologici; fatte le analisi e le indagini per la somministrazione. Iniziato nel frattempo ad assumere un minerale naturale che si chiama zeolite, a scopo disintossicante. Pian piano sono incredibilmente migliorata, perciò da febbraio ho scalato e poi sospeso anche voltaren e cortisone. Ora continuo così, non so che succederà domani, ma spero di arrivare sempre così alla visita del 29/04/15 per fare il punto al centro reumatologico.
Avatar utente
claudimora
 
Messaggi: 206
Iscritto il: 22/02/2014, 20:26

Re: Yoga e dolore

Messaggioda Ghita4 » 24/07/2014, 12:35

Secondo me bisogna saper far lo yoga. Senza rivolgersi a dei professionisti non capisci niente. Ho provato io con quello che avevo letto e sentito e non sapevo da dove cominciare. :)
Ghita4
 
Messaggi: 2
Iscritto il: 23/07/2014, 14:13

Re: Yoga e dolore

Messaggioda LauraD » 24/07/2014, 14:14

Lo yoga, finché sono riuscita a praticarlo, mi ha salvato.
la cosa più bella in assoluto è che anche mio marito è un appassionato.
L'abbiamo praticato insieme, finché è stato possibile...
avevamo in bel gruppo, e con queste persone splendide, nonviolente, spirituali abbiamo anche fatto meravigliosi seminari di più giorni, in posti bellissimi a contatto con il creato.

lasciarlo, per impossibilità a proseguire dopo una vita ( già da bambina ero "tagliata" per questa forma di armonia)...
è stato un dispiacere immenso, per me e per il mio compagno di vita.

se seguiti e guidati da persone profonde, lo yoga libera la pace.
L.
Diagnosi di SpondiloEntesoArtrite Psoriasica sieronegativa dal 2005 -
introdotto Lyrica 75 mg die per polineuropatia che coinvolge le piccole fibre, dichiarata di chiara origine autoimmune.
[u]Terapia attuale : Humira.[/u]
A breve cambio con Cosentyx.

"Life is a state of Mind".
Avatar utente
LauraD
 
Messaggi: 1446
Iscritto il: 12/05/2014, 9:38

Re: Yoga e dolore

Messaggioda claudimora » 03/11/2014, 15:05

LauraD ha scritto:Lo yoga, finché sono riuscita a praticarlo, mi ha salvato.
la cosa più bella in assoluto è che anche mio marito è un appassionato.
L'abbiamo praticato insieme, finché è stato possibile...
avevamo in bel gruppo, e con queste persone splendide, nonviolente, spirituali abbiamo anche fatto meravigliosi seminari di più giorni, in posti bellissimi a contatto con il creato.

lasciarlo, per impossibilità a proseguire dopo una vita ( già da bambina ero "tagliata" per questa forma di armonia)...
è stato un dispiacere immenso, per me e per il mio compagno di vita.

se seguiti e guidati da persone profonde, lo yoga libera la pace.
L.


Condivido. : Thumbup : Io ci sto andando da sola, mio marito non è per niente interessato, e invece a me piacerebbe tanto andarci con lui.... Comunque ringrazio il cielo che per adesso sono riuscita a tornarci, anche se ogni volta non so se è l'ultima.. : Love :
Dal 2000 dolori articolazione temporo-mandibolare, bruxismo, byte notturno, continue cure ai denti; 2006: vescica iperattiva; 2009: inizio dolore alle mani, formicolii e prurito da 5 anni; 2010: rizoartrosi iniziale; 2012-2013: dolore alle sacroiliache, con RX normale + dolori ai gomiti, caviglie, ginocchia, schiena dalle lombari in giù. Usata solo Tachipirina.
Sereupin 10mg dal 1988 per attacchi di panico.
A metà gennaio 2014 esplosi i dolori a tutte le articolazioni. Polsi e sacroiliache a fuoco.
11/02/2014 - prima visita dal reum con reumatest negativo. Risultati esami ematochimici: tutti sieronegativi e valori nella norma. Risultati indagini strumentali: Spondilodiscite L5-S1 (edema osseo), Spondilite angolare, Sacroileite bilaterale,Spina calcaneare, Periartrite cronica spalla sx; altre indagini: Osteopenia, Iposecrezione lacrimale, Onicopatia sospetta alluci.
04/03/2014: DIAGNOSI - Spondiloentesoartrite psoriasica sieronegativa
21/03/2014 INIZIATA CURA: farmaco di fondo Methotrexate - iniziato a 10 mg che gradualmente, nel giro di 3 mesi, ha migliorato i dolori fino ai primi di settembre, assunto insieme a FANS e cortisone.
04/06/2014: inizio serie di 3 infiltrazioni di cortisone alla spalla sx ogni 15 gg
19/09/2014: dolori terribili alle mani, difficilissimo lavorare anche al PC. Aumento dei dolori alle anche, al sacro, ai gomiti, alle caviglie. Inviate foto delle mani distorte al reum, che mi ha detto di aumentare il cortisone a 8 mg.
Fino al 05/12/14 Reumaflex 15mg, Folina, Clody 200mg, Dibase, Pantorc 40mg, Medrol 4mg, Voltaren R 100 mg, Polase, Lacrime artificiali. Visto il ritorno dei dolori, ho chiesto al reum di passare ai farmaci biologici, ma mi ha detto che devo rivolgermi a un centro reumatologico.
Dal 06/12/14 sospeso il Reumaflex, perchè tornata l'influenza e poi ormai piena di dolori. Poi preso appuntamento per il 29/04/15, con il centro reumatologico del San Camillo, sperando di poter passare ai biologici; fatte le analisi e le indagini per la somministrazione. Iniziato nel frattempo ad assumere un minerale naturale che si chiama zeolite, a scopo disintossicante. Pian piano sono incredibilmente migliorata, perciò da febbraio ho scalato e poi sospeso anche voltaren e cortisone. Ora continuo così, non so che succederà domani, ma spero di arrivare sempre così alla visita del 29/04/15 per fare il punto al centro reumatologico.
Avatar utente
claudimora
 
Messaggi: 206
Iscritto il: 22/02/2014, 20:26

Re: Yoga e dolore

Messaggioda LauraD » 03/11/2014, 23:53

:-)
Namaste', Claudia... :-)
L.
Diagnosi di SpondiloEntesoArtrite Psoriasica sieronegativa dal 2005 -
introdotto Lyrica 75 mg die per polineuropatia che coinvolge le piccole fibre, dichiarata di chiara origine autoimmune.
[u]Terapia attuale : Humira.[/u]
A breve cambio con Cosentyx.

"Life is a state of Mind".
Avatar utente
LauraD
 
Messaggi: 1446
Iscritto il: 12/05/2014, 9:38

Re: Yoga e dolore

Messaggioda alrami » 22/09/2015, 12:58

Ciao a tutte, mi sono iscritta da poco al forum quindi ho letto la conversazione solo ora. Anch'io ho praticato yoga e stavo per iniziare un corso per diventare insegnante...purtroppo la mia artrite si è ripresentata probabilmente insieme a una fibromialgia. Non poter praticare yoga (nemmeno le posizioni base come la tadasana riesco a fare adesso) mi ha completamente spiazzata. Cerco di praticare regolarmente pranayama, mudra, cantare mantra e meditare. Però la parte fisica mi manca moltissimo. Confido che la situazione migliori e che potrò fare lo stesso il corso da insegnante. Nahira, leggere la tua esperienza mi ha dato speranza : RedFace : : RedFace : anche per cercare un insegnante che capisca i nostri problemi.
C'è sempre qualcosa per cui ringraziare, basta trovarla

diagnosi: 1993 reumatismo articolare acuto
2002 artrite idiopadica giovanile
agosto 2015: sospetta artrite psoriasica (HLA B38 positiva e con psoriasi) e fibromialigia
ottobre 2015: "non si sa cos'è, ma di sicuro non artrite" cit.
Avatar utente
alrami
 
Messaggi: 27
Iscritto il: 18/09/2015, 21:44


Torna a MEDICINA COMPLEMENTARE E TECNICHE DI RILASSAMENTO

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite