DIARIO DELLO TSUNAMI COVID19

discutiamo tra noi dei temi che più ci interessano
SilviaBO
Messaggi: 55
Iscritto il: 29/07/2010, 10:17

Re: DIARIO DELLO TSUNAMI COVID19

Messaggio da SilviaBO » 27/10/2020, 16:51

A me sembra che il Coronavirus abbia fatto venire al pettine nodi di vecchia data. Le classi sovraffollate c'erano già quando andavo a scuola io, 30 anni fa, per non parlare dei bus stile scatola di sardine. Non andava bene neanche allora, non è mai stato né salubre né sicuro (a volte sul bus mi dicevo: e se scoppia un incendio? non riusciamo a uscire e moriamo tutti), e la qualità della didattica ha sempre risentito del sovraffollamento delle classi. Nessun governo, di nessun colore, ha fatto niente per migliorare le cose.
La stessa cosa si può probabilmente dire della sanità. Sono anni che l'assistenza anche per problemi non gravi o non urgenti è delegata al pronto soccorso, perché il medico di famiglia non è reperibile o può dare il primo appuntamento dopo una settimana e la guardia medica non funziona. E chi lavora in ambito medico dice che sono state fatte scelte sbagliate riguardo l'accesso alle specializzazioni, che hanno portato a una carenza cronica di specializzati in branche essenziali.
Speravo che il Coronavirus servisse almeno a farci affrontare queste questioni annose, invece l'impressione è che da marzo sia cambiato poco.

Avatar utente
lorichi
Amministratore
Messaggi: 11383
Iscritto il: 06/06/2009, 17:07
Località: ROMA

Re: DIARIO DELLO TSUNAMI COVID19

Messaggio da lorichi » 27/10/2020, 19:12

HAI RAGIONE SILVIA, IL VIRUS CI PONE DI FRONTE AD UNA RESA DEI CONTI................................
Immagine

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
In ottemperanza alle Linee guida in tema di trattamento di dati personali per finalità di pubblicazione e diffusione nei siti web esclusivamente dedicati alla salute - 25 gennaio 2012
(Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 42 del 20 febbraio 2012)

AVVERTENZE DI RISCHIO:

• SI AVVERTONO gli utenti di valutare con la necessaria attenzione l'opportunità, nei propri interventi, di inserire, o meno, dati personali (compreso l'indirizzo e-mail), che possano rivelarne, anche indirettamente, l'identità (si pensi, ad esempio, al caso in cui in cui l'utente, nel testimoniare la propria esperienza o descrivere il proprio stato di salute, inserisca riferimenti a luoghi, persone, circostanze e contesti che consentano anche indirettamente di risalire alla sua identità);
• SI AVVERTONO gli utenti di valutare l'opportunità di pubblicare, o meno, foto o video che consentano di identificare o rendere identificabili persone e luoghi;
• SI AVVERTONO gli utente di prestare particolare attenzione alla possibilità di inserire, nei propri interventi (postati nei diversi spazi dedicati alla salute), dati che possano rivelare, anche indirettamente, l'identità di terzi, quali, ad esempio, altre persone accomunate all'autore del post dalla medesima patologia, esperienza umana o percorso medico;
• l'ambito di conoscibilità dei dati propri o altrui, immessi dall'utente nel proprio profilo personale, sono consultabili soltanto dagli iscritti al sito, tutto ciò che è scritto nei forums è invece consultabile da qualsiasi utente che acceda al sito stesso e tali dati pubblici sono reperibili mediante motore di ricerca interno
• i dati immessi dagli utenti nei forums sono indicizzabili e reperibili anche dai motori di ricerca generalisti (Google, Yahoo etc.);
• gli unici dati sensibili trattati sono gli indirizzi di posta elettronica indicati all'atto della propria iscrizione, gli amministratori del forum sono responsabili del loro trattamento viewtopic.php?f=103&t=291

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Nonnalory
Una cosa alla volta un giorno dopo l'altro
Sono nata cieca. A volte sono triste, ma poi penso ai ragazzi meno fortunati di me, quelli che mi prendono in giro. A loro è andata peggio. Sono nati senza cuore.
Cecilia Camellini (Campionessa olimpica alle paralimpiadi 2012)
A noi la malattia ci fa un baffo!
http://anoilamalattiacifaunbaffo.blogspot.com/


Tutto inizia nel 1975 con lombosciatalgia bilaterale e curata come tale, senza alcun risultato, per 12 anni. Nel 1987 diagnosi di Sacroileite alla quale nel 2007 si è aggiunta una Pancolite (infiammazione cronica dell'intestino), da metà dicembre 2007 diagnosi di spondiloartrite (ogni tanto cambia il nome della malattia, quello definitivo pare essere enteroartrite) farmaci: balzide per l'intestino, azatioprina, e, al bisogno, cortisone e indometacina per l'artrite. Ad aprile 2010 intervento di artroprotesi 4° dito mano dx.
Da novembre 2014 problemi di calo linfociti con conseguente sospensione di azatioprina. Da meta' marzo 2015 iniziato metotrexate che pero' ho dovuto sospendere dopo due mesi per sopraggiunti effetti collaterali. Nel 2015 diagnosi di gastrite cronica sempre causata dai problemi autoimmuni. Da novembre 2016 ripreso azatioprina e si e' aggiunta la psoriasi. A conti fatti la diagnosi attuale sembra essere artrite psorisiaca con infiammazione intestinale e gastrite tutto riconducibile ad autoimmunita'


Amicizia è la capacità di dare senza chiedere nulla.E' la spalla su cui piangere, è una mano che stringe la tua e ti consola.E' anche la capacità di ascoltare i silenzi, grazie per aver ascoltato i miei

Rispondi

Torna a “RIFLESSIONI VARIE”