Shalom a tutti

spazio dedicato alla presentazione dei nostri iscritti, pazienti e genitori e di piccoli pazienti, e diario personale di ognuno di essi
Avatar utente
piccola
Messaggi: 601
Iscritto il: 28/01/2011, 17:25
Località: Bergamo

Re: Shalom a tutti

Messaggio da piccola » 17/04/2018, 6:20

Ciao Max! Mi chiamo Noemi, ho 22 anni e l'ar ormai da ben 12... Ho letto la tua storia solo ora perché purtroppo sono un po' latitante sul forum, ma ho voluto comunque dirti la mia. Io mi sono ammalata da bambina, il che per certi versi è stato terribile, ma ler altri mi ha portato ad avere, adesso, un rapporto che io ritengo maturo con la mia malattia. Ho avuto una relazione di 7 anni che è finita qualche mese fa, lui piano piano era entrato nel meccanismo e nell'ottica della malattia e non serviva nemmeno più che aprissi bocca per capire se stavo male... Ma questo è il passato! Ho conosciuto alcuni ragazzi dopo di lui e ho sempre parlato del mio stato di salute molto in fretta. Quello che dico sempre è che non voglio far pena a nessuno, ma allo stesso tempo non voglio che venga considerata una cosa da nulla... Dico che non ho pretese che capiscano tutto subito, ma mi piace cercare di intuire se almeno intravedo in loro la volontà di capire un domani, se le cose si dovessero fare serie. In fondo, anche se io non sono la mia malattia, essa fa pur sempre parte di me. E ad essere sincera, se non la capiscono sono affari loro: non sanno quel che perdono! Ho 22 anni, mi sono laureata, lavoro da 3 anni, insegno Minibasket, quando il fisico me lo permette gioco a basket... Di certo non mi faccio spaventare e fermare dalla malattia! E te lo dico dopo aver passato anche un periodo davvero brutto, quasi due anni fa, quando c'è mancato poco (non preoccuparti non era per l'ar ma per un'infezione che a causa dell'ar è diventata
molto più grave del normale)...in quei mesi avevo peeso la voglia di vivere, ero spaventata e pensavo solo il peggio. Poi ho capito che il peggio l'avevo già vissuto e ne sono uscita! Insomma abbiamo tante risorse che spesso non pensiamo di avere e tante volte anche le persone con cui ci approcciamo ne hanno... Non tutti, ovviamente, ma ho capito che aprendomi e buttandomi un po' la vita può riservare anche belle sorprese.
Ti abbraccio
Noemi
Ti aspetterò sempre, anche quando sarà assurdo sperare... (tratto dal libro più bello che mi abbiano mai fatto leggere a scuola... ormai è diventato il mio motto)

Artrite Reumatoide/Connettivite Indifferenziata diagnostica a Settembre 2006.
Attualmente in cura con: deltacortene, plaquenil, dibase, celebrex e humira.

Rispondi

Torna a “LIBRO DEGLI OSPITI”