artrite reattiva da clamidia?

spazio dedicato alla presentazione dei nostri iscritti, pazienti e genitori e di piccoli pazienti, e diario personale di ognuno di essi

artrite reattiva da clamidia?

Messaggioda dani80 » 29/11/2018, 12:53

Buongiorno a tutti/e sono nuovo qui .
Purtroppo circa 3 mesi fa mi è stata diagnosticata una clamidia thracomatis che si è presentata in maniera molto importante in quanto oltre alla sintomatologia genitale classica costituita da bruciori e secrezione, nel breve tempo ho avuto i linfonodi ingrossati sia a livello inguinale che laterocervicale che ascellari.
Dagli esami eseguiti al momento, sono escluse altre patologie percui ho iniziato una terapia antibiotica mirata per la cura della clamidia.
Ho eseguito una terapia di un mese poco piu prendendo zitromax, claritromicina + ciproxin e 25 giorni di bassado.
Dopo 12 giorni ho eseguito il tampone (troppo presto??) uretrale ed è risultato negativo, ma i sintomi ad oggi che è passato piu o meno un mese dalla fine della terapia , non sono ancora passati.
Continuo ad avere forte dolore toracico, al collo nella zona sotto il pomo di adamo, difficoltà a deglutire, bruciore e senso di corpi estranei negli occhi (ho preso per questo collirio alfaflor per 3 settimane) e infine fastidi in zona inguinale con senso di pesantezza .
A questi poi si sono aggiunti una colite che non accenna a passare nonostante l'assunzione pressochè costante di fermenti lattici , un dolore a un ginocchio che si manifesta in fasi alterne che per altro non mi aveva mai dato problemi prima e la pelle delle mani che nonostante creme e cremine varie non riesce a a ricostituirsi rimanendo screpolata e ruvida al tatto.
Dall'emocromo risulta tutto nella norma , ma vi chiedo secondo voi questi episodi infiammatori possono essere sintomi di un principio di artrite reattiva ?
Il mio medico pensa che non sia nulla di preoccupante, ma visto che la sintomatologia non regredisce soprattutto il dolore toracico e allo sterno, vorrei capire meglio come stanno effettivamente le cose.
Qual'è lo specialista di riferimento al quale mi dovrei rivolgere per ottenere delle risposte e possibilmente una cura qual'ora lo ritenesse opportuno per risolvere queste problematiche?
Grazie
dani80
 
Messaggi: 1
Iscritto il: 29/11/2018, 9:11

Re: artrite reattiva da clamidia?

Messaggioda lorichi » 30/11/2018, 9:14

CIAO DANI BENVENUTO NEL NOSTRO FORUM
PREMETTO CHE QUI NON CI SONO MEDICI MA SOLO MALATI CHE SI SCAMBIANO ESPERIENZE E CONSIGLI, MI SEMBRA, DA QUELLO CHE SCRIVI, CHE LA CLAMIDIA SIA PIUTTOSTO AGGRESSIVA E UNA ARTRITE REATTIVA CI STA, E' UNA IPOTESI PLAUSIBILE. NEL CASO FOSSE COSI' E' IMPORTANTE INIZIARE SUBITO LA TERAPIA ANTIBIOTICA, CHE TU GIA' STAI FACENDO, E RIVOLGERTI AD UN REUMATOLOGO CHE POSSA COMPLETARE UNA EVENTUALE DIAGNOSI E PRESCRIVERTI UNA TERAPIA ADEGUATA. NON SO IN QUALE REGIONE VIVI MA IN UN GRANDE OSPEDALE TROVERAI CERTAMENTE UN REPARTO DI REUMATOLOGIA.
MI SPIACE NON POTERTI ESSERE DI MAGGIOR AIUTO PERCHE' CAPISCO IL TUO STATO D'ANIMO ATTUALE, VORRESTI RISOLVERE PRESTO E BENE. PER QUESTO E' IMPORTANTE LA RAPIDITA' NELLA DIAGNOSI E NELLA TERAPIA ADEGUATA. TIENICI INFORMATI. PER ORA TI MANDO UN ABBRACCIO E RESTO IN ATTESA DI NOTIZIE.
Immagine

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
In ottemperanza alle Linee guida in tema di trattamento di dati personali per finalità di pubblicazione e diffusione nei siti web esclusivamente dedicati alla salute - 25 gennaio 2012
(Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 42 del 20 febbraio 2012)

AVVERTENZE DI RISCHIO:

• SI AVVERTONO gli utenti di valutare con la necessaria attenzione l'opportunità, nei propri interventi, di inserire, o meno, dati personali (compreso l'indirizzo e-mail), che possano rivelarne, anche indirettamente, l'identità (si pensi, ad esempio, al caso in cui in cui l'utente, nel testimoniare la propria esperienza o descrivere il proprio stato di salute, inserisca riferimenti a luoghi, persone, circostanze e contesti che consentano anche indirettamente di risalire alla sua identità);
• SI AVVERTONO gli utenti di valutare l'opportunità di pubblicare, o meno, foto o video che consentano di identificare o rendere identificabili persone e luoghi;
• SI AVVERTONO gli utente di prestare particolare attenzione alla possibilità di inserire, nei propri interventi (postati nei diversi spazi dedicati alla salute), dati che possano rivelare, anche indirettamente, l'identità di terzi, quali, ad esempio, altre persone accomunate all'autore del post dalla medesima patologia, esperienza umana o percorso medico;
• l'ambito di conoscibilità dei dati propri o altrui, immessi dall'utente nel proprio profilo personale, sono consultabili soltanto dagli iscritti al sito, tutto ciò che è scritto nei forums è invece consultabile da qualsiasi utente che acceda al sito stesso e tali dati pubblici sono reperibili mediante motore di ricerca interno
• i dati immessi dagli utenti nei forums sono indicizzabili e reperibili anche dai motori di ricerca generalisti (Google, Yahoo etc.);
• gli unici dati sensibili trattati sono gli indirizzi di posta elettronica indicati all'atto della propria iscrizione, gli amministratori del forum sono responsabili del loro trattamento viewtopic.php?f=103&t=291

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Nonnalory
Una cosa alla volta un giorno dopo l'altro
Sono nata cieca. A volte sono triste, ma poi penso ai ragazzi meno fortunati di me, quelli che mi prendono in giro. A loro è andata peggio. Sono nati senza cuore.
Cecilia Camellini (Campionessa olimpica alle paralimpiadi 2012)
A noi la malattia ci fa un baffo!
http://anoilamalattiacifaunbaffo.blogspot.com/


Tutto inizia nel 1975 con lombosciatalgia bilaterale e curata come tale, senza alcun risultato, per 12 anni. Nel 1987 diagnosi di Sacroileite alla quale nel 2007 si è aggiunta una Pancolite (infiammazione cronica dell'intestino), da metà dicembre 2007 diagnosi di spondiloartrite (ogni tanto cambia il nome della malattia, quello definitivo pare essere enteroartrite) farmaci: balzide per l'intestino, azatioprina, e, al bisogno, cortisone e indometacina per l'artrite. Ad aprile 2010 intervento di artroprotesi 4° dito mano dx.
Da novembre 2014 problemi di calo linfociti con conseguente sospensione di azatioprina. Da meta' marzo 2015 iniziato metotrexate che pero' ho dovuto sospendere dopo due mesi per sopraggiunti effetti collaterali. Nel 2015 diagnosi di gastrite cronica sempre causata dai problemi autoimmuni. Da novembre 2016 ripreso azatioprina e si e' aggiunta la psoriasi. A conti fatti la diagnosi attuale sembra essere artrite psorisiaca con infiammazione intestinale e gastrite tutto riconducibile ad autoimmunita'


Amicizia è la capacità di dare senza chiedere nulla.E' la spalla su cui piangere, è una mano che stringe la tua e ti consola.E' anche la capacità di ascoltare i silenzi, grazie per aver ascoltato i miei
Avatar utente
lorichi
Amministratore
 
Messaggi: 11180
Iscritto il: 06/06/2009, 17:07
Località: ROMA


Torna a LIBRO DEGLI OSPITI

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti